L’export lombardo che corre di più

Milano protagonista grazie all’export farmaceutico e meccanico, spiccano Brescia e Bergamo per le esportazioni metallurgiche

.

Territori Metalmeccanica Congiuntura Export Data visualization Attualità e Congiuntura

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!

Le statistiche di commercio estero territoriale, aggiornate al secondo trimestre 2018 e disponibili nel tool Exportpedia, confermano la Lombardia come la principale regione esportatrice italiana. Con un valore di export pari a 32.4 miliardi di euro, infatti, il territorio lombardo ha rappresentato oltre il 27% del totale delle esportazioni totali nazionali del periodo, quota che si mantiene stabile dal 2016. Il tasso di crescita tendenziale del valore delle esportazioni regionali è stato pari al 4.4%, leggermente superiore al tasso di crescita medio nazionale del 4.1%. A trainare il risultato positivo sono stati, in modo particolare, i settori farmaceutico, metallurgico e meccanico delle province di Milano, Brescia e Bergamo, grazie al forte aumento delle vendite registrato sui mercati europei e d’oltreoceano.

La rappresentazione grafica riportata di seguito consente di evidenziare in modo chiaro quali casi hanno contribuito maggiormente alla crescita delle esportazioni regionali riportando i primi venticinque esempi di best performance delle province lombarde. La classifica è stata realizzata sulla base degli aumenti in valore delle esportazioni registrati tra il secondo trimestre 2018 e il secondo trimestre dell’anno precedente. La dimensione di ciascuna ball è proporzionale all’aumento registrato, mentre il colore dipende dalla tipologia di prodotto esportato. Le ball sono state, inoltre, divise per mercato di destinazione, cliccando sulle ball è infatti possibile leggere il paese di importazione.

L'export delle province lombarde:

I casi di best performance nel secondo trimestre 2018 (milioni di euro)


Dal grafico riportato emerge chiaramente come gli incrementi maggiori del valore dell’export lombardo del secondo trimestre dell’anno si sono realizzati principalmente sui mercati europei, tuttavia una performance significativa si è avuta anche sui mercati americani e asiatici.

Settore chimico

Il cospicuo incremento dell’export farmaceutico della provincia di Milano detiene il primato nella classifica delle migliori performance territoriali regionali e nazionali.
L’aumento più sensibile è avvenuto sul mercato svizzero, dove si registra una crescita di 238 milioni di euro; ma ottime performance si registrano anche per i mercati d’oltreoceano come Cina, con un incremento di 71.4 milioni di euro, e USA, con un incremento di 57 milioni di euro.
Un aumento più contenuto ma sempre con destinazione europea è quello registrato dall’export farmaceutico delle provincia di Como e Varese.
Evidenze che confermano la spiccata vocazione all’export del settore farmaceutico lombardo, in virtù della forte specializzazione del territorio e del primato nella produzione in contoterzismo, che ha trovato un fattore di sviluppo nelle normative UE (CDMO-Contract Development and Manufacturing Organization).

Settore metalmeccanico

Al successo del comparto farmaceutico si accompagna quello del settore metallurgico, per il quale spicca il contributo della provincia di Brescia per le vendite sui mercati esteri di Acciaio, in crescita sia sul mercato europeo, dove segnano un +64.8 milioni di euro (in particolare verso Germania e Austria), che su quello americano, +38.6 milioni di euro. Sempre per il comparto metallurgico si segnala la performance positiva della provincia di Bergamo nelle esportazioni di Tubi in acciaio in Europa e Medio Oriente, che nel complesso vale più di 45 milioni di euro.

Protagonista della classifica dei casi di best performance per il secondo trimestre 2018 è infine il settore meccanico dove spiccano i contributi delle vendite dirette in Europa di Apparecchiature per le comunicazioni e quelle di Caldaie, valvole e cuscinetti per il Medio Oriente della provincia di Milano. Si evidenzia un andamento positivo per le esportazioni di settore anche per la provincia di Lodi, dove particolarmente brillanti sono state le vendite all’estero di Elettronica, Elettrotecnica e Strumenti di misura. Infine, chiude il trimestre con un incremento di +31.6 milioni di euro l’industria automobilistica (di Milano e Brescia), grazie alle esportazioni verso Francia e Germania.

Di rilievo minore le performance registrate dai comparti dell’Agroalimentare e del Sistema Moda, dove nel primo caso spicca la crescita delle esportazioni milanesi di Tabacco verso la Corea del Sud, nel secondo le esportazioni di Cuoio, calzature e pelletteria dirette in Europa e America.


Registrati e iscriviti alla Newsletter

Per ricevere un aggiornamento settimanale dei temi in evidenza di UlisseMag e per accedere e scaricare due contenuti esclusivi: i report Exportpedia (schede mercato per il monitoraggio risultati export territoriale) e i grafici del tool Tassi di Cambio sull'andamento di 120 valute mondiali.

Iscriviti