Effetti sui cambi del Trump realista

La possibilità di perdere le elezioni di Midterm suggerisce a Trump posizioni meno conflittuali

.

Cambio Lira turca Real brasiliano I numeri della settimana

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!

L’avvicinarsi della data del 6 novembre delle elezioni di Midterm e i sondaggi sfavorevoli hanno portato Trump a tendere la mano in molti tavoli di conflitto. Due, in modo particolare, hanno avuto ripercussioni significative sui tassi di cambio:

  1. l’incarico dato ai funzionari delle Casa Bianca di preparare una bozza per un possibile accordo con la Cina sul commercio estero, da discutere con il presidente cinese Xi Jinping al prossimo meeting del G20 in Argentina;
  2. la definizione di una lista di paesi alleati che saranno esonerati dall’applicare il blocco delle importazioni di petrolio dall’Iran, previsto entrare in vigore lunedì 5 novembre. Cina, Turchia e India sembrano essere incluse in questa lista.

A fronte di queste notizie, negli ultimi giorni si sono registrati significativi apprezzamenti dello Yuan cinese, della Lira turca, della Rupia indiana e della Rupia Indonesiana. Il primo ha chiuso la settimana a 6.89 yuan per dollaro, dopo essere stato quotato nei giorni scorsi a valori prossimi a 7. La seconda è ritornata ampiamente sotto le 5.5 lire per dollaro, con un recupero prossimo al 20% rispetto ai massimi di inizio settembre. L’1 e il 2 novembre la rupia indiana e quella indonesiana hanno registrato guadagni giornalieri tra i più elevati degli ultimi 5 anni.

Le notizie dell’ultima ora sembrano dominare il mercato dei cambi

I cambi reagiscono prontamente alle diverse notizie, senza riferimenti ad ipotetici valori di equilibrio. Gli ultimi tre mesi della lira turca sono un caso emblematico di queste dinamiche di mercato.

Tasso di cambio lira turca


Dopo la crisi di quest’estate (si veda l'articolo) la Lira turca ha registrato un percorso accidentato in relazione:

  1. alle diverse notizie riguardanti i rapporti politici tra Turchia e USA (la liberazione del pastore americano Andrew Brunson, detenuto per due anni in Turchia con accuse di terrorismo, e l’esclusione della Turchia dal gruppo di paesi a cui gli Stati Uniti chiedono il blocco delle importazioni di petrolio dall’Iran);
  2. alle ipotesi di politica economica, finalizzate a contenere le pressioni inflazionistiche (aumento dei tassi di interesse, azioni di controllo dei prezzi) e a rilanciare l’economia (tagli all’IVA e imposte indirette, annunciati per il periodo 1 novembre -31 dicembre).

Un altro caso di studio, è il recupero del Real brasiliano degli ultimi 2 mesi, fondamentalmente guidato dalle attese di vittoria alle elezioni presidenziali di Jair Bolsonaro (si veda l'articolo), salvo poi interrompere parzialmente il recupero una volta che il risultato elettorale ha confermato le attese.


Registrati e iscriviti alla Newsletter

Per ricevere un aggiornamento settimanale dei temi in evidenza di UlisseMag e per accedere e scaricare due contenuti esclusivi: i report Exportpedia (schede mercato per il monitoraggio risultati export territoriale) e i grafici del tool Tassi di Cambio sull'andamento di 120 valute mondiali.

Iscriviti