Advanced Technology Products: un asset sempre più strategico

Chi sono i big della tecnologia a livello mondiale?

.

Asia Europa Siulisse Importexport Elettronica Analisi Mercati Esteri

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!

Con la quarta rivoluzione industriale alle porte, la corsa all’avanzamento tecnologico sta diventando una priorità a livello globale. Per i singoli paesi, disporre delle ultime tecnologie vuol dire avere in mano le chiavi del proprio futuro sviluppo industriale.
Si pensi ad esempio al caso della Cina che, con il piano “Made in China 2025”, punta a sostenere lo sviluppo dei settori a più elevato contenuto tecnologico. Uno sviluppo industriale duraturo non può infatti costruirsi sul solo vantaggio dal lato dei costi, che prima o poi tende ad esaurirsi.
Altro segnale dell’importanza strategica dei prodotti tecnologici è stato dato da Trump, che con la seconda tranche di tariffe sulla Cina è andato a colpire, tra l’altro, proprio beni appartenenti a questa categoria.

Chi tiene le redini dell’alta tecnologia?

Utilizzando i dati SIUlisse1 sul commercio internazionale annuale, in questo articolo andremo ad indagare quali paesi detengono la leadership nei settori industriali tecnologicamente più avanzati. La classificazione degli Advanced Technology Products di seguito utilizzata è mutuata dallo US Census Bureau.

Infografica Advanced Technology Products

Prendendo come riferimento il dato del 2017, assumiamo che un significativo saldo commerciale positivo (esportazioni maggiori delle importazioni) indichi una altrettanto significativa produzione interna al paese, tale da potergli garantire un ruolo di primo piano nel settore.
Ciò che emerge dall’analisi è un identikit dei big della tecnologia a livello mondiale.

Area biomedica

Abbiamo racchiuso sotto questa etichetta i prodotti appartenenti ai gruppi Biotecnologie e Scienze della vita, laddove alle Scienze della vita appartengono le applicazioni degli avanzamenti scientifici al campo medico.
In quest’area i maggiori saldi commerciali positivi nel 2017 si registrano per Svizzera e Irlanda; segue la Germania. Nel panorama europeo, importante anche il ruolo di Belgio e Olanda.
L’Italia presenta invece un saldo commerciale negativo in questo comparto.

Area elettronica e ICT

In questi settori, il primato si trova ad oriente.
Per l’elettronica e l’opto-elettronica il maggior saldo commerciale è quello di Taiwan; rilevante anche il surplus osservato per Corea del Sud, Giappone e Malesia.
Nell’area ICT domina invece la Cina, seguita dal Vietnam; in terza e quarta posizione ritroviamo Taiwan e Malesia. I prodotti simbolo delle applicazioni dell’ICT al largo consumo, ovvero telefoni cellulari e notebook, confermano il ruolo chiave di Cina e Vietnam.
Negativo, invece, il saldo commerciale italiano sia nell’area elettronica che in quella ICT.

Paesi con saldo commerciale positivo (2017)

Cellulari

Grafico a barre paesi con saldo commerciale positivo per cellulari (2017)

Notebook

Grafico a barre paesi con saldo commerciale positivo per notebook (2017)

Fonte: Elaborazioni StudiaBo su dati SIUlisse.

Materiali avanzati

In questo gruppo rientrano materiali come i semiconduttori e la fibra ottica, necessari per la realizzazione di prodotti a elevato contenuto tecnologico.
Il primato ancora una volta guarda ad est: primeggia per surplus commerciale la Cina, seguita dal Giappone. Leader europea è la Germania, seguono Norvegia e Polonia. In negativo la bilancia commerciale italiana.

Robotica e automazione

Abbiamo racchiuso sotto questa etichetta i prodotti che la classificazione americana identifica come flexible manufacturing, ovvero quei macchinari che rendono il processo manifatturiero più automatizzato e limitano l’intervento umano.
In questo campo il Giappone riveste una posizione di primo piano, seguito dalla Germania. Il quinto maggior surplus commerciale a livello mondiale appartiene all’Italia, indicando la presenza di un’industria nazionale all’avanguardia nel settore. Nella top ten anche altre europee, tra cui Olanda, Svizzera, Svezia, Austria e Ungheria.

Industria aerospaziale

Il settore aerospaziale riguarda la produzione di elicotteri e aerei sia civili che militari, nonché astronavi. In questo ambito i paesi occidentali mantengono saldamente il primato: guidano gli USA, seguiti da Francia, Germania e Canada. Player rilevante in questo settore è anche l’Italia, nonché il Brasile.

Armi e nucleare

Infine nel comparto delle armi il maggior surplus commerciale spetta agli USA, seguiti a distanza dalla Cina. Per la tecnologia nucleare (es.: reattori nucleari e parti di essi) la Russia risulta invece leader incontrastato.


Note:
1. I dati SIUlisse sono fruibili attraverso la piattaforma Exportplanning, alla sezione Market Research>Analytics.


Registrati e iscriviti alla Newsletter

Per ricevere un aggiornamento settimanale dei temi in evidenza di UlisseMag e per accedere e scaricare due contenuti esclusivi: i report Exportpedia (schede mercato per il monitoraggio risultati export territoriale) e i grafici del tool Tassi di Cambio sull'andamento di 120 valute mondiali.

Iscriviti