Meccanica Strumentale: l'export Italia meglio dei concorrenti UE nel primo trimestre 2017

Settori e mercati trainanti e frenanti export italiano di Macchine e Impianti per l'industria

.

Metalmeccanica Europa Siulisse Competitori Attualità e Congiuntura

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!


Sulla base delle pre-stime StudiaBo e disponibili nei datamart Congiuntura UE del Sistema Informativo Ulisse, nei primi tre mesi del 2017 l'export italiano di Meccanica Strumentale è aumentato del +10.2% in euro rispetto al corrispondente periodo 2016, di ben 4 punti più dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28 (+6.2%).
Nel primo trimestre dell'anno le esportazioni italiane di Meccanica Strumentale risultano in crescita tendenziale in ben 85 mercati mondiali (sui 152 analizzati nell'ambito del Sistema Informativo Ulisse). In particolare, su ben 87 mercati la performance delle vendite italiane appare più favorevole dell'insieme dei concorrenti UE28.
Nel grafico sotto presentato, sono riportati i diversi settori di Meccanica Strumentale sulla base del tasso di variazione nel I trimestre 2017 delle esportazioni del totale dei paesi UE e delle esportazioni italiane. Nel grafico è tracciata la bisettrice del sistema di assi, che consente di distinguere immediatamente i settori in cui i concorrenti europei hanno fatto meglio rispetto alle imprese italiane (settori posizionati sotto la bisettrice) dai settori in cui le imprese italiane hanno avuto performance sui mercati esteri migliori rispetto a quelle dei concorrenti UE. La dimensione del cerchio è proporzionale al valore delle esportazioni italiane nel 2016.

Macchine e Impianti per i processi industriali

E' possibile spostarsi con il mouse sopra i diversi cerchi per visualizzare i dati dei settori ad essi associati.


Confronto risultati ITALIA vs competitori UE28 per settori

I settori trainanti l'export italiano del comparto – con andamenti positivi e più dinamici dei concorrenti UE - sono risultati, nell'ordine, F4.38-Macchine automatiche per il confezionamento e l'imballaggio (+20.2% in euro rispetto al primo trimestre 2016, 12 punti in più dell'insieme dei concorrenti UE28), F4.36-Macchine Alimentari (+21.3%, di circa 10 punti più dinamico della media UE), F4.33-Macchine utensili per materiali duri (+11.4%, oltre 10 punti in più dei concorrenti UE), F4.35-Macchine Tessili (+7.6%), F4.34-Macchine per estrusione (+7.5%) e, non ultimo, F4.23-Macchine per cartiere (+19.2%, a fronte del -0.4% dell'insieme dei concorrenti UE) e F4.39-Macchine per la stampa ed editoria (+17.8%, di oltre 12 punti più dinamico dell'insieme dei concorrenti UE).
Performance positive - anche se meno dinamiche dei concorrenti UE – sono registrate dall'export italiano di F4.32-Macchine utensili per metalli (+5.3% tendenziale in euro, contro il +10.6% della media UE).

Risultati tendenziali leggermente negativi e meno favorevoli della media UE caratterizzano, invece, l'export italiano di F4.31-Macchine per lavorazione metalli (-1.3% in euro, di oltre 3 punti meno dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28) e di F4.37-Altre macchine per impieghi speciali (-0.9%, a fronte del +2.5% dell'insieme dei concorrenti UE).


Mercati trainanti e frenanti export ITALIA

Macchine e Impianti per i processi industriali: principali mercati trainanti e frenanti Export ITALIA
(variazioni tendenziali 1° Trimestre 2017 nei livelli e, tra parentesi, in termini percentuali)

Mercati trainanti

Nei primi tre mesi dell'anno i contributi più rilevanti alla crescita delle vendite italiane del comparto sono derivati dai mercati di Emirati Arabi (con un incremento dell'export italiano di oltre 50 milioni di euro rispetto al corrispondente trimestre 2016, pari al +104.2%, di ben 90 punti più dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28), Polonia (in aumento tendenziale di 46 milioni €, pari al +36.2%, oltre 30 punti più dinamico dei concorrenti UE28), Malesia (+35 milioni €, pari al +261.8%, oltre 180 punti in più della media UE28), Stati Uniti (+33 milioni €, pari al +7.7%, sostanzialmente in linea con l'andamento medio dei concorrenti UE28) e Iran (+31 milioni €, pari al +74.3%, oltre 8 punti in più della media UE28).

Mercati frenanti

I mercati più penalizzanti per l'export italiano di Meccanica Strumentale nel primo trimestre dell'anno sono risultati, nell'ordine, Regno Unito (in calo di 16.4 milioni di euro rispetto al primo trimestre 2016, pari al -11.3%, di quasi 8 punti meno dinamico dell'insieme dei concorrenti UE28), Francia (anch'esso in calo di circa 16 milioni di euro, pari al -6.4%, anche se leggermente meno penalizzante rispetto alla media dei concorrenti UE28), Arabia Saudita (-15.7 milioni di euro, pari al -17.9%, in linea peraltro con la media dei competitori UE28), Argentina (-14.4 milioni di euro, pari ad un calo di circa 28 punti percentuali, che tuttavia risulta di 16 punti meno intenso di quello dell'insieme dei competitori UE28) e Kuwait (-14 milioni di euro, pari a ben 74 punti percentuali, decisamente più penalizzante della media UE28).


1.L'analisi qui considerata fa riferimento alla seguente industria della classificazione prodotti Ulisse: F4 Macchine e impianti per i processi industriali. Essa fa riferimento al datamart Congiuntura Paesi UE disponibile nel portale SIULISSE.