Calzature: Firenze, Vicenza, Milano e Verona le province trainanti l'export italiano nel primo semestre 2014

.

Frenanti Congiuntura Trainanti Siulisse Fashion Territori Cambio Attualità e Congiuntura

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!


Nel primo semestre 2014 le province di Firenze , Vicenza , Verona , Milano e, in misura minore, Forlì-Cesena e Barletta sono risultati i territori trainanti le esportazioni italiane di Calzature. In aggiunta, si segnalano i miglioramenti nel periodo più recente delle province di Ancona, Arezzo, Treviso e Venezia . Di converso, le province di Pisa , Fermo , Ascoli Piceno , Novara , Torino continuano a fornire contributi negativi all'export settoriale.

Nella prima parte del 2014 le esportazioni italiane di Calzature hanno mostrato un profilo positivo, con un incremento tendenziale nel primo semestre dell'anno del +4.5% in euro.

La figura seguente mette a confronto i contributi alla crescita offerti dalle diverse province alle esportazioni italiane di Calzature, rispettivamente nel corso del primo e del secondo trimestre 2014. L'analisi di questa figura consente, quindi, di evidenziare le province trainanti e quelle, invece, frenanti in termini di contributi alla crescita delle esportazioni settoriali .

Contributi delle diverse province alla variazione delle esportazioni italiane di Calzature

Primo trimestre 2014 Secondo trimestre 2014

Tra i territori trainanti si attestano le province di Firenze, Vicenza, Verona, Milano : complessivamente, le esportazioni di queste quattro province hanno contribuito per oltre 4 punti percentuali alla crescita dell'export italiano di Calzature nel primo semestre dell'anno .

Anche le esportazioni di Calzature delle province di Forlì-Cesena e Barletta si confermano in crescita nel secondo trimestre 2014, come già sperimentato nei primi tre mesi dell'anno. Vanno, inoltre, evidenziati i miglioramenti sperimentati dalle imprese delle province di Ancona, Arezzo, Treviso, Venezia , le cui vendite all'estero di Calzature tra aprile e giugno hanno offerto contributi particolarmente positivi alla crescita tendenziale delle esportazioni italiane del settore.

Tra i territori frenanti l'evoluzione delle esportazioni italiane del settore vanno, invece, menzionate – nell'ordine - le province di Pisa, Fermo, Ascoli Piceno, Novara, Torino : si tratta dei territori che hanno registrato i contributi meno favorevoli all'export italiano di Calzature sia nel corso del primo che nel secondo trimestre 2014, sottraendo complessivamente quasi 3 punti percentuali alla crescita delle vendite all'estero nazionali.