Confezioni di pasta, riso e prodotti da forno: i flussi internazionali si contraggono e si redistribuiscono

.

Analisi Mercati Esteri

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!


L’analisi delle dinamiche di un comparto primario come quello della pasta, del riso e dei prodotti da forno stanno prefigurando uno scenario segnato da profonde modificazioni nel contesto competitivo. Il volume dei prodotti scambiati ha invertito il trend ma non in modo omogeneo. Aumenta l’incidenza dei prodotti da forno (+6,8 medio annuo fra il 1995 ed il 2013) che crescono ad un tasso doppio di quello della pasta e del riso confezionati (+3,2 medio annuo negli ultimi vent’anni).
Evoluzione dei flussi internazionali 1995-2013
(‘000 ton.)
Negli ultimi tre anni, a fronte di un calo delle quantità scambiate si è assistito ad una crescita costante dei prezzi medi.
Dinamiche degli scambi in valore, quantità e prezzo
Se si confronta la situazione attuale con quella degli anni fra il 1995 ed il 1997, si evidenzia: • l’inversione del posizionamento fra Stati Uniti e Francia • l’uscita della Russia, del Brasile e della Cina dai primi quindici mercati in funzione di un crescente produzione interna • la crescita di importanza dei mercati medio-orientali
Mappa di posizionamento dei mercati
Fra il 2011 ed il 2013, i mercati storici, europei e nordamericani, mantengono buoni tassi di crescita in valore e consolidano le loro posizioni. Al tempo stesso si mettono in evidenza i nuovi mercati del Medio Oriente e dell’Africa. In termini competitivi si assiste al rafforzamento delle posizioni dei produttori tedeschi, italiani e statunitensi che non tengono, però, il passo con i produttori indiani. Il calo dei leader thailandesi viene bilanciato dalla spinta positiva di turchi e vietnamiti.
Mappa di posizionamento dei competitors
  Si tratta, in pratica, di un mercato sostanzialmente maturo ma in ebollizione. Il rapido mutamento degli assetti mondiali, degli stili di vita e delle abitudini della popolazione influiscono pesantemente sulle dinamiche interne di questo comparto ed obbligano gli operatori presenti ad monitorare costantemente i mercati per cogliere le opportunità migliori. Al tempo stesso (e conseguentemente) i principali produttori sono orientati ad aumentare il contenuto di servizio di prodotti sostanzialmente “poveri”, aumentando il grado di segmentazione, per funzione d’uso e per destinazione, al fine di caratterizzare meglio il target. Pasta, riso e prodotti da forno confezionati si declinano in numerose varianti contribuendo al calo delle vendite dei prodotti basic ed alla crescita delle tipologie a più elevato valore aggiunto. A fronte di una crescita dell’incidenza dei prodotti da forno si rileva anche uno spostamento dei flussi di pasta e riso confezionati verso le fasce alte e medio alte del mercato. L’incidenza di questa fascia di prodotti, che aveva oscillato attorno al 2% fino al 2008, si è repentinamente alzata negli ultimi anni sia pure con scostamenti significativi da un anno all'altro.