Nel 2016 andamenti “a macchia di leopardo” per l'export trentino, ma si confermano diversi casi di eccellenza

In calo soprattutto le vendite di Sistema Casa, in tenuta invece l'Agroalimentare

.

mercati esteri Frenanti Chimica Congiuntura Trainanti Tassi di crescita Fashion Metalmeccanica Casa Territori Controllorisultati Agroalimentare Attualità e Congiuntura
Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!

Dopo anni di crescita, il 2016 ha evidenziato più ombre che luci per le esportazioni trentine. L'anno scorso, le vendite all'estero della provincia di Trento hanno segnato un leggero calo (-1.6% in euro rispetto all'anno precedente), dopo un periodo caratterizzato da dinamiche positive (+16.7% in termini cumulati, nel periodo 2009-2015).
In particolare, l'analisi dell'export provinciale per comparti segnala gli andamenti negativi di Sistema Moda (-3.6% in euro rispetto al 2015), Sistema Casa (-6.1%), Chimica (-3.2%) e Metalmeccanica (-2%); in tenuta, invece, risulta il comparto Agroalimentare (+0.8%).

Export provincia di Trento: tassi di variazione 2016 dei diversi comparti

Nonostante l'andamento complessivamente poco favorevole nel 2016, l'export trentino evidenzia alcuni casi di eccellenza di vendite all'estero a livello di settori/mercati di destinazione (confermatesi in crescita l'anno scorso, così come già sperimentato negli anni precedenti), che vengono qui di seguito richiamati (insieme anche, per completezza di informazione, ai casi, invece, più penalizzanti) e che possono essere approfonditi tramite le relative SCHEDE MERCATO disponibili in Exportpedia.

Agroalimentare

Andamenti a "macchia di leopardo" all'interno del comparto Agroalimentare per l'export della provincia di Trento: da un lato, risultano in crescita le vendite all'estero di Condimenti e piatti pronti e di CONSERVE E SUCCHI DI FRUTTA - con performance particolarmente favorevoli sul mercato tedesco (+3.1 milioni di euro rispetto al 2015, dopo che già nel periodo 2009-2015 l'export provinciale su questo mercato era aumentato di circa 19.5 milioni di euro) - e di Pasta, biscotti e altri prodotti da forno; dall'altro, si segnalano i cali delle vendite all'estero di Formaggi e altri prodotti del latte e di Frutta e spezie.

Sistema Moda

Calzetteria, Tessile, Abbigliamento, Articoli sportivi, Ombrelli e cancelleria risultano i settori del comparto Sistema Moda più penalizzanti per l'export provinciale nel 2016.
In crescita, invece, sono risultate l'anno scorso le vendite trentine all'estero di Calzature, OCCHIALI, PROTESI e altri prodotti per la SALUTE con performance particolarmente favorevoli sul mercato francese (+5.3 milioni di euro rispetto al 2015, dopo che già nel periodo 2009-2015 l'export provinciale era aumentato di 18.6 milioni di euro) e di Strumenti musicali.

Sistema Casa

Illuminotecnica, Mobili, Pietre ornamentali lavorate, Vetro e prodotti in vetro e Prodotti in cemento sono stati i settori del comparto Sistema Casa più penalizzanti per l'export trentino nel 2016.
In crescita, invece, risultano le vendite provinciali all'estero di Legno e prodotti in legno e, in misura minore, di Prodotti in plastica.

Metalmeccanica

Andamenti eterogenei per l'export trentino nel 2016 anche all'interno del comparto Metalmeccanica: da un lato, risultano in crescita le vendite provinciali all'estero di motori per AEREI rivolti principalmente al mercato britannico (+45.6 milioni di euro rispetto al 2015, dopo che già nel periodo 2009-2015 l'export provinciale era cresciuto da valori pressoché nulli a quasi 43 milioni di euro), PORTE, FINESTRE e strutture metalliche con particolare riferimento al mercato francese (+4.7 milioni di euro rispetto al 2015, dopo che già nel periodo 2009-2015 l'export provinciale era aumentato di quasi 10 milioni di euro) e di Bulloni, pentole e altri prodotti in metallo; dall'altro, si segnalano i cali delle vendite provinciali all'estero di Autoveicoli, Macchine utensili e non utensili, Carrelli elevatori e altra meccanica varia (a causa soprattutto delle cadute sui mercati di Libia, Iraq, Angola, Turchia e Spagna), Prodotti in gomma.

Chimica

FIBRE SINTETICHE E ARTIFICIALI (nonostante l'ottima performance sul mercato olandese: +6.8 milioni di euro l'anno scorso, dopo che già nel periodo 2009-2015 l'export provinciale era aumentato di circa 7 milioni di euro), Chimica di base e Fitofarmaci si segnalano come i settori del comparto Chimica più penalizzanti per l'export della provincia di Trento nel 2016.
Sono risultate l'anno scorso in crescita, invece, le vendite provinciali all'estero di Farmaci e, in misura minore, di Prodotti farmaceutici di base.