Export provincia di Lodi: bene Metalmeccanica e Agroalimentare; Spagna mercato trainante

.

Europa Siulisse Trainanti Congiuntura Cambio Attualità e Congiuntura
Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!

La provincia di Lodi risulta nel novero dei territori “trainanti” l'export italiano nel 2016 . Dopo aver registrato un incremento tendenziale in euro del 7.4% nel primo trimestre dell'anno, nel secondo trimestre le vendite all'estero delle imprese manifatturiere localizzate nella provincia di Lodi hanno registrato un incremento del 14.4% in euro rispetto al corrispondente periodo del 2015. In termini cumulati, nei primi due trimestri dell'anno la crescita è pari al 10.9%, corrispondenti ad oltre 126 milioni di euro in più rispetto al corrispondente periodo 2015.

[caption id="attachment_7088" align="alignnone" width="1254"] Esportazioni provincia di Lodi: Variazioni % tendenziali cumulate 2 Trimestre 2016 (fonte: Exportpedia) Esportazioni provincia di Lodi: Variazioni % tendenziali cumulate 2 Trimestre 2016 (fonte: Exportpedia)[/caption]

Nel la prima parte del 2016 le vendite all'estero delle imprese lodigiane hanno visto nella Metalmeccanica il settore più in crescita, con un incremento tendenziale di circa 103 milioni di euro. In particolare, si segnalano i progressi dell'export di Apparecchiature per le telecomunicazioni (+73 milioni di euro rispetto al primo semestre 2015) e di Computer e unità periferiche (+42 milioni di euro). La Spagna risulta la destinazione a maggiore crescita per le vendite all'estero delle imprese lodigiane del settore: il mercato spagnolo registra, infatti, un aumento dell'export di Metalmeccanica dalla provincia di Lodi di oltre 78 milioni di euro . Significativi anche gli incrementi evidenziati dalle esportazioni provinciali di Metalmeccanica sui mercati di Olanda , Portogallo e Cina .

V anno inoltre segnalati i progressi nella prima metà del 2016 delle vendite all'estero provinciali di Agroalimentare (+36 milioni di euro rispetto al primo semestre dell'anno scorso), grazie al ruolo trainante di Prodotti delle industrie lattiero-casearie . Dai mercati di Francia e Belgio i maggiori contributi alla crescita dell'export agroalimentare della provincia; positivi anche i risultati in Germania , Regno Unito , Lussemburgo , Danimarca e Polonia .

Nel primo semestre dell'anno si evidenziano anche i moderati incrementi delle vendite all'estero di Sistema Casa (+4 milioni di euro rispetto al primo semestre dell'anno scorso), mentre Sistema Moda (-9 milioni di euro) e Chimica ( -7 milioni di euro) accusano un arretramento tendenziale rispetto ai valori del corrispondente periodo 2015.