I settori "trainanti" la meccanica strumentale italiana sul mercato USA: macchine per stampa&editoria, m.tessili, m.alimentari e per lavorazione metalli

.

Congiuntura Trainanti NAFTA Siulisse Metalmeccanica Controllorisultati Cambio Analisi Mercati Esteri

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!


Nel primo semestre dell'anno gli acquisti dall'Italia del mercato statunitense di Macchine e Impianti per i processi industriali hanno evidenziato performance particolarmente positive e superiori alla media dei concorrenti per Macchine per stampa ed editoria , Macchine tessili , Macchine alimentari , Macchine per la lavorazione dei metalli e Macchine utensili per materiali duri che si configurano come i comparti “trainanti” le esportazioni italiane di meccanica strumentale sul mercato USA .

Nel primo semestre 2014 i dati di commercio estero di fonte US Statistics Bureau, raccolti ed elaborati da StudiaBo nell'ambito del Data Warehouse USATrade, documentano performance di crescita delle vendite italiane sul mercato statunitense superiori alla media dei concorrenti per la gran parte dei comparti di Macchine e Impianti per i processi industriali.

[caption id="attachment_3818" align="alignnone" width="606" caption="Importazioni USA di Macchine e Impianti per i processi industriali: Tassi di variazione tendenziali I Semestre 2014 (euro correnti, prezzi CIF; fonte: SI Ulisse - DW USATrade)"] [/caption]

In modo particolare, nel primo semestre 2014 i tassi di variazione tendenziali delle importazioni USA dall'Italia appaiono decisamente superiori alla media dei concorrenti per Macchine per stampa ed editoria (+157.0% in euro il differenziale di crescita tendenziale tra Italia e totale concorrenti), Macchine tessili (+33.1%), Macchine alimentari (+27.7%), Macchine per la lavorazione dei metalli (+17.6%) e Macchine utensili per materiali duri (+10.8%).

Vanno, inoltre, evidenziati i risultati di elevata crescita , su valori peraltro allineati alla performance media del mercato , anche delle importazioni statunitensi dall'Italia di Macchine per cartiere e, in misura minore, di Altre macchine per impieghi speciali .

Si dimostrano, invece, scarsamente dinamiche l e performance delle esportazioni italiane di Macchine per imballaggio , che registrano tuttavia un differenziale di crescita positivo (+1.1% in euro) rispetto al totale concorrenti, stando ad indicare più la presenza di condizioni specifiche di domanda di per sé poco favorevoli piuttosto che deficit competitivi delle imprese esportatrici italiane del comparto.

In difficoltà, infine, figurano i comparti di Macchine per estrusione e, soprattutto, Macchine utensili per metalli , che evidenziano performance delle esportazioni italiane negative nei valori in euro ed inferiori alla media del mercato : -13.2% il differenziale di crescita tendenziale (in euro) tra Italia e totale concorrenti nel primo caso, addirittura -44.8% nel secondo.

Nel complesso, tuttavia, il quadro poc'anzi descritto appare offrire spunti incoraggianti per valutare la capacità competitiva delle imprese della meccanica strumentale italiana. In un contesto valutario poco favorevole per le imprese dell'area Euro, che nel primo semestre dell'anno hanno dovuto fronteggiare un ulteriore apprezzamento della Moneta Unica rispetto al dollaro di oltre 4 punti percentuali rispetto al corrispondente periodo 2013, i risultati delle importazioni USA di Macchine e Impianti per i processi industriali documentano, infatti, come, nella gran parte dei casi, gli esportatori italiani sul mercato statunitense abbiano registrando dinamiche di crescita anche molto positive e, soprattutto, più favorevoli della media dei concorrenti esteri.