In Perù si viaggia “Made in Italy”, ma solo grazie ai giapponesi.

Pubblicato da Luigi Bidoia. .

Metalmeccanica America Latina Attualità e Congiuntura

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!


Nel terzo trimestre 2017, la provincia italiana che ha registrato il maggior tasso di crescita delle esportazioni di prodotti metalmeccanici è stata Reggio Calabria, raggiungendo il livello di 28 milioni di euro. Niente di paragonabile alle province metalmeccaniche del Nord, dove le esportazioni trimestrali si misurano in miliardi.
Tuttavia, chi l'avrebbe mai detto?
Nel 2008, prima dell'inizio della grande recessione, le esportazioni di prodotti metalmeccanici di Reggio Calabria si avvinavano ai 200 milioni di euro. Dopo il crollo del 2009, queste sono aumentate leggermente, rimanendo tuttavia distanti dai livelli pre-crisi.

Con l'aiuto di Exportpedia, è possibile un facile approfondimento. Si scopre allora che l'aumento delle esportazioni nel terzo trimestre 2017 sono in larga parte dovute ad esportazioni di materiale ferro tranviario, principalmente verso due paesi: Stati Uniti e Perù.
L'ulteriore analisi porta a scoprire la rinascita delle Officine Meccaniche Calabresi, storica impresa di materiale rotabile della Ansaldo Breda. Quest'ultima, dopo un lungo periodo di difficoltà economica è stata venduta nel 2015 alla Hitachi, colosso metalmeccanico giapponese, diventando Hitachi Rail Italy.
Tra le commesse che Hitachi Rail Italyy sta producendo figurano i treni per il metro di Miami in Florida, e i treni driverless per la metropolitana di Lima, capitale del Perù.


Metropolitana di Miami Metropolitana di Lima

I treni per la metropolitana di Lima, particolarmente innovativi, sono un progetto chiavi in mano sviluppato dalla ex Ansaldo Breda per impianti automatici senza conducente.
In un contesto di debolezza della metalmeccanica reggina, la consegna fatta alla metropolitana di Lima, di importo prossimo a 10 milioni di euro, è particolarmente importante perché è la prima avente origine dalla provincia di Reggio Calabria e può rappresentare un fattore di stimolo alla ripresa dell'industria metalmeccanica provinciale.