L'export italiano di Meccanica Strumentale meglio dei concorrenti europei

.

Metalmeccanica Premiumprice Congiuntura Competitori Controllorisultati Cambio Attualità e Congiuntura
Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!

Nel primo trimestre 2014 le esportazioni delle imprese italiane di Macchine e Impianti per l'industria hanno segnato un differenziale positivo di crescita rispetto alle omologhe imprese europee. Tale differenziale positivo risulta generalizzato a quasi tutti i comparti, a testimonianza della diffusa competitività che appare caratterizzare la meccanica strumentale italiana.

Nei primi tre mesi dell'anno le vendite all'estero delle imprese italiane di Macchine e Impianti per l'industria hanno registrato un incremento tendenziale del +3.8% in euro. Nello stesso periodo dell'anno l'insieme delle imprese UE27 di questa industria ha evidenziato un incremento di appena lo 0.3% in euro. Si tratta, quindi, di una performance particolarmente positiva per le imprese italiane di Macchine e Impianti per l'industria, che trova rilevanza soprattutto se si guarda ai risultati dei singoli settori.

Esportazioni italiane di Macchine e Impianti per l'industria nel I trimestre

Settore

2014

2013

Variazioni % tendenziali

Diff. Var. % ITALIA-UE27

(1)

Contributi % alla var.

milioni

Macchine automatiche per l'imballaggio

775.9

755.1

2.8

4.0

0.5

Macchine alimentari

624.2

641.2

-2.6

0.4

-0.4

Macchine utensili per metalli

451.7

430.1

5.0

-2.3

0.5

Macchine tessili

445.4

389.7

14.3

14.6

1.4

Macchine utensili per materiali duri

364.4

352.7

3.3

0.7

0.3

Macchine per estrusione

313.4

291.0

7.7

2.7

0.6

Macchine per la lavorazione dei metalli

298.6

276.9

7.9

9.6

0.5

Macchine per cartiere

136.2

112.9

20.6

27.0

0.6

Macchine per la stampa ed editoria

76.7

65.2

17.7

34.4

0.3

Altre macchine per impieghi speciali

688.7

707.8

-2.7

-3.0

-0.5

Totale Macchine e Impianti per l'industria

4 175.4

4 022.8

3.8

3.5

3.8

(1) Differenziale tra variazioni % tendenziali Esportazioni Italia e Totale Esportazioni UE27 Fonte: Sistema Informativo Ulisse

In 8 dei 10 settori Ulisse rappresentativi delle Macchine e Impianti per l'industria, la performance di crescita in valore delle esportazioni italiane è, infatti, risultata più favorevole di quella dell'insieme delle imprese UE27 .

In particolare, va evidenziato il risultato del settore italiano delle Macchine Tessili , le cui esportazioni nel primo trimestre dell'anno sono cresciute in termini tendenziali del +14.3% in euro (con un differenziale positivo di ben 14.6 punti percentuali rispetto alle esportazioni UE27), offrendo il contributo più rilevante alla crescita dell'export italiano di Meccanica Strumentale.

Particolarmente favorevoli anche le performance di esportazione dei settori italiani di Macchine per la lavorazione dei metalli (+7.9% in euro, con un differenziale di quasi 10 punti percentuali rispetto alle esportazioni UE27), Macchine per cartiere (+20.6% in euro, con un differenziale di ben 27 punti percentuali rispetto alle esportazioni UE27), Macchine per la lavorazione dei metalli (+7.9% in euro, con un differenziale di quasi 10 punti percentuali rispetto alle esportazioni UE27) e Macchine automatiche per il confezionamento e l'imballaggio (+2..8% in euro, con un differenziale di 4 punti percentuali rispetto alle esportazioni UE27), che complessivamente hanno offerto un contributo superiore ai 2 punti percentuali alla crescita tendenziale in valore del nostro export nel primo trimestre dell'anno.

Differenziali fortemente positivi rispetto alla performance dell'insieme delle imprese UE27 hanno caratterizzato le esportazioni italiane di Macchine per la stampa ed editoria (+17.7% in euro, con un differenziale di oltre 30 punti percentuali rispetto alle esportazioni UE27). Favorevole è risultato, inoltre, il differenziale di crescita delle imprese italiane rispetto al totale UE27 per Macchine utensili per materiali duri (pari a quasi 1 punto percentuale, a fronte del +3.3% in euro registrato nel primo trimestre dell'anno) e per Macchine Alimentari (pari al +0.4%, a fronte peraltro di un calo tendenziale del 2.6% nelle esportazioni in valore nel primo trimestre dell'anno).

Benché in crescita nei valori tendenziali, va sottolineato invece il differenziale negativo per le esportazioni italiane di Macchine utensili per metalli (+5% in euro, ma con una minore crescita di oltre 2 punti percentuali rispetto all'insieme delle esportazioni UE27). Negativo, infine, sia nei valori tendenziali che nel differenziale di crescita il risultato delle esportazioni italiane di Altre macchine per impieghi speciali (-2.7% in euro, con un differenziale negativo di 3 punti percentuali rispetto all'insieme delle esportazioni UE27), che ha sottratto ben mezzo punto percentuale alla crescita complessiva delle vendite italiane all'estero di Macchine e Impianti per l'industria nel primo trimestre dell'anno.

Se si eccettua quest'ultimo caso, è comunque possibile affermare che le imprese italiane di meccanica strumentale stiano evidenziando sui mercati esteri performance positive e soprattutto più favorevoli (e in alcuni casi molto di più) dell'insieme delle imprese concorrenti europee.