Nuovo massimo nel 2° trimestre 2018 per l'import USA di Sistema Salute

Nel primo semestre 2018 l'Italia si conferma nella top-10 dei paesi partner del mercato USA del Sistema Salute.

Pubblicato da Marcello Antonioni. .

Congiuntura Salute Controllorisultati Importexport Stati Uniti Attualità e Congiuntura

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!


In base alle pre-stime formulate da StudiaBo (disponibili nel DataWarehouse Congiuntura USA del Sistema Informativo Ulisse, utilizzando le dichiarazioni di commercio estero delle imprese americane raccolte dall' U.S. Census Bureau), nel 2° trimestre 2018 le importazioni statunitensi di Prodotti e strumenti per la Salute1 hanno evidenziato un rafforzamento della dinamica di crescita nei valori, toccando un nuovo punto di massimo nei livelli trimestrali prossimo ai 34 miliardi di euro (40.5 mld $). Su base annua, le importazioni USA del sistema Salute hanno raggiunto il valore record di 127.5 miliardi di euro.

Conferme di accresciuta competitività del sistema Salute Italia (soprattutto farmaci) sul mercato USA.

L'analisi dei flussi trimestrali di importazione del mercato USA di Prodotti e strumenti per la Salute per paese partner documenta la conferma dell'Italia all'interno del novero dei 10 principali partner commerciali del mercato statunitense. Nei primi sei mesi di quest'anno, infatti, nonostante l'apprezzamento tendenziale dell'euro rispetto al dollaro di circa 12 punti percentuali - che giocoforza ha penalizzato i valori denominati in euro dei fatturati delle imprese italiane - il valore delle importazioni USA di Sistema Salute provenienti dall'Italia è aumentato di circa 124 milioni di euro rispetto al primo semestre dello scorso anno (+5.4% tendenziale cumulato, equivalente ad un incremento di 17.6 punti percentuali nei valori denominati in dollari).

In particolare, nel settore Farmaci le vendite in euro dall'Italia sul mercato statunitense, dopo il +9.1% del primo trimestre, sono cresciute nel trimestre scorso del +5.2% (+14% in dollari), con un incremento semestrale di 144 milioni di euro rispetto al corrispondente periodo del 2017.
Nel 1° semestre dell'anno le vendite sul mercato statunitensi di Farmaci provenienti dall'Italia si sono collocate al 6° posto assoluto tra i partner commerciali del mercato (si pensi che nel 2016 il posizionamento dell'Italia era solo all'8° posto del ranking), grazie a livelli annui superiori di oltre 1.9 miliardi di euro a quelli 2016).
Si conferma, pertanto, la dinamica favorevole del settore farmaceutico italiano, già più volte documentata in precedenti articoli2.

1. I settori qui considerati fanno riferimento all'aggregato Prodotti e strumenti per la salute. In particolare, si rimanda per una descrizione delle diverse merceologie ricomprese nell'analisi alle seguenti schede di descrizione:

2. Si vedano in merito i seguenti articoli: