Sistema Moda comparto trainante export italiano sui segmenti Premium-Price

.

Chimica Ranking Premiumprice Fashion Metalmeccanica Casa Agroalimentare Cambio Analisi Mercati Esteri

Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!


I dati di consuntivo 2015 del commercio mondiale, disponibili a livello di fasce di prezzo nell'ambito del Sistema Informativo Ulisse, consentono di evidenziare il posizionamento e le dinamiche dei diversi settori italiani per esportazioni sui segmenti premium-price 1 .

La seguente tabella documenta la graduatoria delle esportazioni italiane realizzate nel 2015 e, per confronto, nel 2010, con riferimento ai segmenti “premium-price”, ordinate per incrementi registrati nell'ultimo quinquennio.

Esportazioni italiane Premium-Price: graduatoria incrementi 2010-2015

2010

2015

Delta 2015-2010

CAGR 2015/2010

(milioni euro)

Prodotti finiti per la persona

26 712

39 339

12 627

8.0

Prodotti e strumenti per la salute

9 639

15 697

6 059

10.2

Mezzi di trasporto e per l'agricoltura

18 826

24 025

5 199

5.0

Alimentari confezionati e bevande

6 436

10 896

4 460

11.1

Macchine e impianti per industria

7 616

10 970

3 354

7.6

Componenti per i mezzi di trasporto

5 185

7 865

2 680

8.7

Beni e prodotti per le costruzioni

2 746

4 864

2 119

12.1

Prodotti finiti per la casa

7 906

9 738

1 832

4.3

Componenti meccaniche ed ottiche

2 850

4 607

1 757

10.1

Strumenti e attrezzature per ICT e servizi

3 186

4 737

1 551

8.3

Elettrotecnica

1 743

2 457

714

7.1

Strumenti e attrezzature per l'industria

3 266

3 970

705

4.0

Altri

8 266

9 250

985

2.3

Totale

104 376

148 416

44 040

7.3

Fonte: Sistema Informativo Ulisse

L'industria dei Prodotti finiti per la persona evidenzia la leadership sia in termini di valori di esportazioni 2015 sui segmenti premium-price (con 39.3 miliardi di euro) sia in termini di incrementi nell'ultimo quinquennio, con un aumento di 12.6 miliardi di euro rispetto al 2010 (corrispondente ad una variazione medio annua del +8% in euro). In particolare, si segnalano valori dell'export italiano sui segmenti premium-price particolarmente rilevanti per i settori Abbigliamento esterno (10.4 miliardi di euro nel 2015 e +2.5 miliardi rispetto a cinque anni prima), Calzature (7.2 miliardi di euro nel 2015 e 2.3 miliardi in più rispetto al 2010), Gioielleria, orologi e bigiotteria (6.2 miliardi di euro nel 2015 e +2.3 miliardi rispetto al 2010), Borse, valigie e portafogli (5.4 miliardi di euro nel 2015 e ben 2.8 miliardi in più rispetto a cinque anni prima).

L'industria dei Prodotti e strumenti per la salute si posiziona al secondo posto per incrementi delle esportazioni italiane sui segmenti premium-price nell'ultimo quinquennio, con un aumento di 6.1 miliardi di euro rispetto al 2010 (corrispondente ad una variazione medio annua del +10.2% in euro), avendo toccato l'anno scorso i 15.7 miliardi di euro.

L'industria dei Mezzi di trasporto e per l'agricoltura si attesta, invece, al terzo posto nella graduatoria dei maggiori incrementi e al secondo posto per valori 2015 delle esportazioni italiane sui segmenti “premium-price”. Nel periodo 2010-2015 si segnalano, in particolare, i maggiori incrementi sui segmenti “premium-price” per le esportazioni italiane dei settori Automobili, autobus e roulotte (+2.9 miliardi di euro, arrivando a 6.9 miliardi di euro nel 2015), Autoveicoli per il trasporto merci (+1.4 miliardi di euro, con un valore di 4.8 miliardi di euro l'anno scorso), Aerei (+1 miliardo di euro, con un valore 2015 di 2.3 miliardi di euro), Macchine agricole (+0.6 miliardi di euro, con un valore l'anno scorso di 2.1 miliardi di euro).

Le industrie Alimentari confezionati e bevande (+4.5 miliardi di euro, pari al +11.1% medio annuo) e Macchine e impianti per i processi industriali (+3.4 miliardi di euro, pari al +7.6% medio annuo) si attestano, rispettivamente, al 4° e 5° posto per incrementi delle esportazioni italiane sui segmenti “premium-price” nel periodo 2010-2015.

In particolare, nell'ambito alimentare si segnalano le performance di crescita sui segmenti “premium-price” dell'export italiano di Latte, yogurt, burro e formaggi (+1.3 miliardi di euro nell'ultimo quinquennio), Zucchero, cioccolata, dolciumi e gelati (+729 milioni di euro), Carne e pesce, lavorati e confezionati (+536 milioni di euro), Biscotti ed altri prodotti da forno (+468 milioni di euro), Bevande alcoliche (+390 milioni di euro), Olio, condimenti e spezie (+358 milioni di euro).

Nell'ambito della meccanica strumentale, invece, tra il 2010 e il 2015 si segnalano gli incrementi sui segmenti “premium-price” delle esportazioni italiane di Macchine automatiche per il confezionamento e l'imballaggio (+898 milioni di euro), Macchine alimentari (+605 milioni di euro), Macchine tessili (+421 milioni di euro).

Si ravvisano, infine, i positivi risultati sui segmenti “premium-price” dell'export italiano di Sistema Casa: nelle vendite all'estero sui segmenti premium-price l'industria dei Beni e prodotti per le costruzioni ha registrato nel periodo 2010-2015 un incremento complessivo di 2.1 miliardi di euro, quella di Prodotti finiti per la casa un incremento di 1.8 miliardi di euro. Da segnalare, in particolare, le performance favorevoli di Pavimenti (piastrelle in primis) con +1.2 miliardi di euro, Rubinetteria e valvole (+906 milioni di euro), Mobili, materassi e elementi d'arredo per la casa (+660 milioni di euro), Lampadari e apparecchi di illuminazione (+558 milioni di euro), Elettrodomestici per la casa (+470 milioni di euro).

1 In questa analisi sono stati considerati come segmenti “premium-price” i flussi di commercio internazionale relativi alla fascia Alta e Medio-Alta di prezzo, calcolati a livello di singolo prodotto Ulisse. Si rimanda, per maggiori dettagli, alla nota metodologica utilizzata per la costruzione del Data Warehouse Ulisse: http://www.siulisse.it/media/filecaricati/pdf_it/NotaDWUlisse.pdf .