La skincare coreana conquista il mondo

Nel 2016 la Corea del Sud registra un boom di esportazioni di prodotti per la skincare verso tutto il mondo

.

Asia Export Internazionalizzazione Percorsi di Internazionalizzazione
Accedi con il tuo account per utilizzare le funzioni stampa migliorata (pretty print) e includi articolo (embed).
Non sei ancora registrato? REGISTRATI!

Nel 2016 la Corea del Sud ha visto aumentare in maniera consistente il flusso di esportazioni di cosmetici verso tutto il mondo, come testimoniato dai dati SiUlisse .

Figura 1: volume delle esportazioni della Corea del Sud verso il resto del mondo
Fonte: Sistema Informativo Ulisse
export Corea

L’estrema attenzione delle donne coreane per la cura del proprio aspetto e in particolare della pelle del viso , sta conquistando non solo l’oriente ma anche l’occidente. I prodotti più esportati sono quelli legati al mondo della skincare e della cura del viso , meno interesse suscitano invece i prodotti di make-up come rossetti, ciprie e trucchi per occhi.

Figura 2: volume delle esportazioni di profumi e cosmetici della Corea del Sud nel 2016 diviso per tipologie di prodotto
Fonte: Sistema Informativo Ulisse
cosmetici Corea

La diffusione della Korean wawe

Le consumatrici asiatiche sono quelle che più di altre hanno acquistato prodotti coreani, se si considera che 1 miliardo e 275 mila milioni di $ sono stati esportati solo verso i mercati di Cina , Giappone e Taiwan. Il plus verso questi mercati è rappresentato dalla capacità di soddisfare le esigenze specifiche delle donne orientali in fatto di cura del viso, tenendo in considerazione le caratteristiche della propria pelle e anche gli elementi tipici dell’ideale di bellezza asiatico. Ma queste caratteristiche da sole non bastano a spiegare interamente questo fenomeno, la cui caratteristica più impressionante rimane la repentinità.

Ciò che ha richiamato l’attenzione sulla Corea del Sud, infatti, è quella che è stata definita la Korean wawe, letteralmente onda coreana, che ha suscitato curiosità per i prodotti d’intrattenimento made in Corea e anche per i suoi protagonisti. In pochissimo tempo lo stile e l’atteggiamento di questi personaggi sono divenuti virali, specialmente in Asia, ma gli effetti di questo fenomeno sono riscontrabili anche in occidente.

I prodotti asiatici si affermano anche sul mercato occidentale

I dati testimoniano, infatti, un successo importante anche rispetto ai mercati americano ed europeo verso i quali nel 2016 sono stati esportati rispettivamente 344 milioni di $ e 85 milioni di $ . La Korean Beauty o K Beauty si è diffusa in occidente soprattutto grazie al web, attraverso blog e canali Youtube con contenuti in lingua inglese che hanno consentito di raggiungere una fascia di pubblico più ampia. In seguito a questa tendenza anche le riviste femminili online e offline hanno cominciato a parlare del fenomeno, facendolo divenire in poco tempo un trend.

Alla base del fenomeno c’è sicuramente una fascinazione per l’ideale di bellezza orientale, al quale vengono attribuite dalla cultura occidentale caratteristiche di purezza, luminosità, semplicità e ricerca della perfezione. Inoltre, ad affascinare le consumatrici occidentali sono la novità dei prodotti coreani, i loro ingredienti inusuali e le formule innovative .

La qualità dei prodotti coreani

La grande esigenza delle consumatrici coreane ha portato l’industria cosmetica di questo paese ad investire notevolmente al fine di migliorare la qualità dei prodotti e questa caratteristica è riconosciuta sia in oriente che in occidente, se si considera che per entrambi i mercati la fascia di prezzo dei prodotti più esportata è quella alta .

Figura 3: volume delle esportazioni della Corea del Sud verso il resto del mondo divise per fasce di prezzo
Fonte: Sistema Informativo Ulisse
export Corea

I prodotti coreani in occidente attraggono in modo trasversale le consumatrici, riuscendo a fare leva anche sulla curiosità delle più giovani grazie a consistenze innovative dei prodotti e packaging divertenti quasi come fossero giochi.

Ciò che appare più interessante del fenomeno del boom delle esportazioni della Corea del Sud verso il resto del mondo resta la sua rapidità e velocità. La diffusione di questi prodotti unita allo sviluppo economico che negli ultimi anni ha caratterizzato la realtà nazionale coreana, hanno fatto si che per la prima volta dopo decenni si registrasse un fenomeno tale per cui l’occidente guarda con grande curiosità e interesse alla cultura e alla realtà orientale.