I numeri della settimana: Tassi di cambio

La sezione “Tassi di cambio” della rubrica “I numeri della settimana”, analizza la dinamica dei tassi di cambio delle più significative valute mondiali verso l'euro.

Valori considerati

I valori presi in esame sono i “Tassi di riferimento BCE”, pubblicati dalla Banca Centrale Europea alle 16.00 di ogni giorno lavorativo. Questi dati hanno esclusivamente un valore informativo ed la BCE sconsiglia altamente di utilizzarli quale base di riferimento nelle transazioni finanziarie. Tutti i tassi di cambio utilizzati sono espressi in termini di quantità di valuta estera necessari per acquistare un euro. Ad esempio un tasso di cambio della Sterlina Inglese verso l'Euro di 0.80 significa che sono necessarie 0.80 sterline per acquistare un euro.

Analisi Grafica

L'analisi della dinamica dei tassi di cambio è effettuata confrontando il tasso di riferimento BCE relativo all'ultimo giorno della settimana con il valore alla stessa data delle medie mobili a 10, 50 e 100 giorni. Da questa confronto è possibile evidenziare se nel breve periodo la valuta in esame sta registrando una tendenza ad apprezzarsi (quando i valori dell'ultima osservazione sono inferiori a quelli relativi alle varie medie mobili) oppure a deprezzarsi (quando i valori dell'ultima osservazione sono superiori a quelli relative alle varie medie mobili).

L'analisi grafica è effettuata utilizzando due diversi tipi di grafico.

Grafico a linee

Il primo tipo di grafico riporta la dinamica temporale delle osservazioni nei vari giorni e la dinamica temporale delle medie mobili considerate.

Il grafico che segue riporta il tasso di cambio dello Yen giapponese verso l'Euro nell'ultimo anno.

cambio1

Oltre alla linea grigia relativa ai valori rilevati nei diversi giorni, nel grafico sono riportate altre tre linee:

  1. una linea rossa che riporta la media mobile delle ultime 10 osservazioni;
  2. una linea verde che riporta la media mobile delle ultime 50 osservazioni;
  3. una linea blue che riporta la media mobile delle ultime 100 osservazioni.

Il confronto tra le diverse linee suggerisce l'esistenza di una fase in atto di apprezzamento dello Yen verso l'Euro.

Grafico a barre

Il secondo tipo di grafico riporta la variazione percentuale tra l'ultima osservazione e la media mobile, alla stessa data, delle precedenti 10, 50 e 100 osservazioni. Per indicare la variazione rispetto alle tra diverse medie mobili, sono utilizzati i medesimi colori utilizzati nel grafico a linee.

Il grafico che segue riporta le variazione delle principali 4 valute (Dollaro, Yen, Franco svizzero e Sterlina) rispetto all'Euro dell'osservazione del 3 giugno 2016 rispetto alle corrispondenti medie mobili:

  1. a 10 giorni: istogramma di colore rosso;
  2. a 50 giorni: istogramma di colore verde;
  3. a 100 giorni: istogramma di colore blue.

cambio2

Come si vede immediatamente la variazione percentuale dell'ultima osservazione dello Yen rispetto alle sue medie mobili a 10, 50 e 100 giorni è significativamente negativa, indicando che questa valuta risulta apprezzata verso l'euro, sia prendendo in considerazione la media delle ultime 10 osservazioni, che la media delle ultime 50, che quella delle ultime 100. La persistenza e la significatività di questo “segno” suggerisce l'esistenza di un fase in atto di apprezzamento dello Yen verso l'Euro, confermando quando emerge dall'analisi del precedente grafico a linee.

Viceversa, le variazioni dell'ultima osservazione del Franco Svizzero verso l'Euro risulta positiva se confrontata con la media mobile di 50 e 100 osservazioni e negativa se confrontata con quella di 10 osservazioni. Esso risulta quindi apprezzato rispetto alla media mobile di 50 e 100 osservazioni ma deprezzato rispetto a quello di 10 osservazioni. Il “pattern” che si può estrarre da queste osservazioni è quello di un cambio che ha attraversato negli ultimi mesi una fase di apprezzamento non confermata, tuttavia, dalle osservazioni più recenti.

Analisi Economica

Una valuta può apprezzarsi o deprezzarsi per molti motivi, la cui analisi richiedere un approfondimento specifico dei diversi fattori che governano l'offerta e la domanda di una data valuta. In generale, tuttavia, una fase prolungata di apprezzamento di una valuta può essere considerato un segnale di “forza” relativa dell'economia sottostante. Viceversa, una fase prolungata di deprezzamento generalmente riflette elementi di debolezza dell'economia sottostante.

Dal punto di vista delle potenzialità di domanda dei mercati esteri per un esportatore italiano, queste risultato in aumento (in diminuzione) a seconda che la valuta di riferimento del mercato di interesse si apprezzi o deprezzi.

Glossario

I termini apprezzamento o rivalutazione sono tra loro equivalenti.

I termini deprezzamento o svalutazione sono tra loro equivalenti.